[ Salta il menu e vai direttamente al contenuto ]

Caldo Istruzioni per l'uso

Il caldo eccessivo può rappresentare un rischio per la salute, cosa fare, dall’abbigliamento al cibo, quindi per difendersi dal caldo estivo ed evitare problemi?
Di seguito alcuni utili consigli.

Quali sono le ore della giornata in cui è opportuno ridurre l’esposizione all’aperto?
Evitare di uscire all’aria aperta nelle ore centrali della giornata (dalle 11.00 alle 18.00). Indossare sempre una protezione per la testa, ad es. un cappello di colore chiaro, e proteggere gli occhi con occhiali da sole; inoltre occorre prevenire le scottature con creme solari ad alto fattore protettivo [30-50].

Quali precauzioni adottare in casa o all’aperto per ridurre l’effetto del caldo?
Sia in casa che all’aperto, indossare abiti leggeri, non aderenti, preferibilmente di fibre naturali, in modo da assorbire meglio il sudore e permettere la traspirazione della pelle.
Schermare le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle, persiane, tende, ecc.
Chiudere le finestre durante il giorno e aprirle durante le ore più fresche della giornata (la sera e la notte).
Utilizzare piante rampicanti per balconi e terrazze che proteggono le mura domestiche dai raggi solari.
Se si utilizza l’aria condizionata si consiglia di regolare la temperatura tra i 24/25° e i 26/27° .

Cosa fare per ridurre la temperatura corporea?
Fare bagni e docce con acqua tiepida, bagnarsi viso e braccia con acqua fresca. In caso di temperature molto elevate porre un panno bagnato sulla nuca.
Nelle ore più calde della giornata evitare di praticare all’aperto attività fisica soprattutto se intensa o lavori pesanti.
Bere almeno due litri di acqua al giorno (salvo diversa indicazione del medico curante); gli anziani devono bere anche se non ne avvertono il bisogno.
Evitare di bere alcolici e limitare l’assunzione di bevande gassate o troppo fredde.
Mangiare preferibilmente cibi leggeri e ad alto contenuto d’acqua (frutta e verdura).
Porre particolare attenzione alla conservazione degli alimenti ed evitare di lasciarli all’aperto per più di due ore.

Cosa fare se si usa l’automobile?
Se si entra in un’auto parcheggiata al sole, prima di salire aprire gli sportelli, poi iniziare il viaggio a finestrini aperti o utilizzare il sistema di climatizzazione.
Prestare attenzione nel sistemare i bambini sui seggiolini di sicurezza, verificando che non siano surriscaldati.
Quando si parcheggia la macchina non lasciare mai, nemmeno per pochi minuti, persone o animali nell’abitacolo.

Altri consigli utili
Conservare correttamente i farmaci in un luogo fresco.

Anche il sonno è importante, per cercare di dormire bene anche quando fa molto caldo, indossare un pigiama o una camicia da notte di cotone leggero; usare lenzuola di cotone dai colori chiari; fare una doccia fresca prima di andare a dormire; spegnere tutti gli apparecchi elettronici in casa, anche quelli in standby in quanto emettono calore; consumare una cena privilegiando piatti freschi in modo da non dover accendere i fuochi o il forno.

Le persone con patologie croniche (cardiovascolari, respiratorie, neurologiche, diabete, ecc.) e coloro che assumono farmaci è opportuno che consultino il medico curante per un eventuale aggiustamento della terapia o della frequenza dei controlli clinici e di laboratorio; segnalino al proprio medico qualsiasi malessere; non sospendere mai di propria iniziativa la terapia in corso.

Nei periodi prolungati di caldo intenso, prestare attenzione a familiari o vicini di casa anziani, specialmente se vivono da soli e, ove possibile, aiutarli a svolgere alcune faccende, come fare la spesa, ritirare i farmaci in farmacia, ecc.

Il Servizio Sanitario non va mai in vacanza; in caso di malessere, rivolgersi sempre al proprio medico curante o al Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) o al Servizio Emergenza Territoriale 112

[ Torna all'inizio della pagina ]


[ Torna all'inizio della pagina ]