[ Salta il menu e vai direttamente al contenuto ]

I comunicati e le note stampa:

Comunicato Stampa n. 67 del 25 ottobre 2017: Variazione orari del Centro Prelievi e dell'Ambulatorio Infermieristico della sede sub- Distrettuale della Madonna Pellegrina

Si comunica che il Centro Prelievi e l'Ambulatorio Infermieristico della sede sub-Distrettuale della Madonna Pellegrina, a partire dal 1° novembre 2017 effettuerà i prelievi una volta alla settimana.Tale servizio sarà garantito solo ai residenti in possesso dei seguenti requisiti:
1. Età superiore ai 65 anni
2. Diversamente abili.

Coloro che non rientrano in tali categorie potranno rivolgersi, senza prenotazione, al Centro Prelievi sito a Novara in Viale Roma 7, da lunedì a venerdì dalle ore 8 alle ore 9,30. Il ritiro referti/pagamento ticket potranno essere effettuati presso lo SPORTELLO CUP sito a Novara in Viale Roma 7, da lunedì a venerdì dalle ore 8,10 alle ore 15. L'ambulatorio infermieristico e il servizio di prenotazioni dei prelievi saranno aperti il martedì, giovedì e il venerdì dalle ore 11 alle 12.Nei restanti giorni della settimana, per effettuare terapie iniettive e medicazioni sarà possibile rivolgersi all'Ambulatorio Infermieristico del Centro Prelievi di Novara in Viale Roma, 7, da lunedì a venerdì dalle ore 11 alle 12.

Si coglie l'occasione per comunicare, inoltre, che le attività del Centro Prelievi e dell'Ambulatorio Infermieristico della sede Sub-Distrettuale della Madonna Pellegrina saranno sospese dal 2 al 6 novembre 2017.

In quei giorni, i referti potranno essere ritirati presso lo Sportello CUP di Novara, Viale Roma 7, nei giorni ed orari sopraindicati.

Comunicato stampa n. 65 del 23 ottobre 2017: Sciopero Generale ASL Novara

Le Associazioni Sindacali CUB (Confederazione Unitaria di Base), SGB (Sindacato Generale di Base)SI-COBAS (Sindacato Intercategoriale Cobas), USI-AIT (Unione Sindacale Italiana) e SLAI-COBAS (Sindacato Lavoratori Autorganizzati Intercategoriale) hanno indetto uno sciopero generale di tutti i settori pubblici e privati per l'intera giornata di venerdì 27 ottobre 2017, compreso il primo turno montante per i turnisti. I servizi erogati dall'ASL di Novara, in conseguenza di tale sciopero potranno, pertanto, subire interruzioni o ritardi, fatti salvi quelli indispensabili garantiti per legge.

Comunicato stampa n. 66 del 26 ottobre 2017: Campagna vaccinazione antinfluenzale 2017/18. Proteggi te stesso e gli altri. Vaccinati contro l'influenza! Al via la vaccinazione antinfluenzale
Con l'abbassamento delle temperature e l'arrivo della stagione invernale aumenta la circolazione degli agenti che causano problemi alla salute; tra questi, i virus influenzali, in grado di provocare casi severi, soprattutto nelle persone più fragili e quindi a rischio di gravi complicanze in corso di influenza.
L'influenza si manifesta come un'infezione respiratoria acuta (con malessere generale, febbre oltre i 38° C, mal di gola, tosse, abbondanti secrezioni nasali) e può avere conseguenze nelle categorie a rischio come gli anziani o i pazienti affetti da malattie croniche debilitanti e i malati cronici.
Trattandosi di una malattia stagionale può provocare, al momento del picco epidemico, l'affollamento dei servizi sanitari (visite mediche, accessi al pronto soccorso e ricoveri in ospedale) e determinare un alto numero di assenze lavorative e scolastiche.
Per questo è importante prevenire le conseguenze più gravi dell'influenza, attraverso la vaccinazione che è il mezzo più efficace e sicuro di prevenzione.
La vaccinazione contro l'influenza è gratuita per le persone con 65 anni di età (soggetti di età pari o superiore a 65 anni - chi ha compiuto o compirà 65 anni entro dicembre 2017, nati quindi nel 1952) e per coloro che soffrono di malattie croniche ad alto rischio di complicazioni [malattie croniche dell'apparato cardio-circolatorio, respiratorio, renale; malattie metaboliche (es. diabetici, persone affette da malattie renali e di tipo immunologico ecc); malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci (pazienti oncologici) o da HIV; malattie infiammatorie croniche e malassorbimenti a livello intestinale; malattie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici, malattie neuromuscolari a rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie]. E' inoltre garantita alle donne che sono nel secondo/terzo trimestre di gravidanza durante la stagione epidemica di influenza; al personale di assistenza o ai contatti familiari di soggetti ad alto rischio; alle persone addette ad attività lavorative di particolare interesse collettivo (vigili del fuoco, polizia, insegnanti, ecc.); alle persone che per motivi di lavoro sono a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.
La vaccinazione deve essere ripetuta tutti gli anni, in quanto i virus dell'influenza cambiano le loro caratteristiche molecolari molto rapidamente e, quindi, ogni anno cambia la composizione del vaccino che conferisce una protezione.
Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, si conferma il coinvolgimento delle Farmacie: infatti i Farmacisti consegneranno ai Medici curanti e ai Pediatri di libera scelta i vaccini richiesti e, inoltre, svolgeranno attività di informazione e sensibilizzazione sull'importanza della vaccinazione alle persone che si recheranno in farmacia.

La novità principale della campagna di quest'anno riguarda l'offerta gratuita, da parte dei Medici curanti, della vaccinazione contro lo Pneumococco a favore dei soggetti di 65 anni di età (nati nel 1952): il vaccino antipneumocco può essere somministrato nella stessa occasione dell'antinfluenzale (sul braccio opposto), oppure in un momento diverso nel corso dell'anno. Anche lo pneumococco, come i virus influenzali, si trasmette da persona a persona per via respiratoria ed è una delle principali cause delle infezioni delle membrane che rivestono il sistema nervoso centrale (meningiti) nei bambini molto piccoli oppure negli anziani. Il vaccino deve essere richiamato dopo un anno con una dose di un diverso prodotto vaccinale antipneumococcico, somministrato sempre a cura del Medico curante e la protezione così conferita dura per tutta la vita.
La campagna di vaccinazione antinfluenzale nell'ASL NO inizierà lunedì 6 novembre 2017 e continuerà fino alla fine di dicembre c.a. garantendo, soprattutto attraverso l'impegno dei Medici di Medicina Generale (medici curanti) e dei Pediatri di Libera Scelta, la somministrazione gratuita del vaccino ai soggetti a rischio.
Per combattere l'influenza e le più comuni sindromi da raffreddamento è importante anche osservare alcune misure comportamentali preventive; ecco alcuni suggerimenti:

  • - lavarsi molto frequentemente le mani con acqua e sapone;
  • - coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e preferire quelli usa e getta;
  • - indossare abiti che permettono di trattenere il calore del corpo (cotone e la seta e, sopra, la lana);
  • - fuori casa proteggersi, nelle giornate fredde e ventose, con sciarpe di lana o anche di seta
  • - vestirsi "a cipolla" (a strati), per liberarsi eventualmente di una parte degli abiti entrando in un luogo riscaldato;
  • - umidificare gli ambienti;
  • - durante l'influenza occorre rimanere a casa e idratarsi adeguatamente privilegiando spremute, succhi di frutta e verdure.

Comunicato stampa n. 64 del 20 ottobre 2017: CAMPAGNA EUROPEA PER LA SICUREZZA SUL LAVORO 2017. PROMUOVIAMO LA CULTURA DELLA TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO . UN PERCORSO PER CONOSCERE CHI FA PREVENZIONE NEL TERRITORIO NOVARESE

E' giunto alla sesta edizione l'evento "Promuoviamo la cultura della tutela della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro: un percorso per conoscere chi fa prevenzione nel territorio novarese" che si terrà a Novara dal 23 al 27 ottobre p.v., organizzato anche come partner nazionale della campagna europea per la sicurezza sul lavoro 2017.
"Non giocare con la tua vita o con quella degli altri: dai peso alla prevenzione" è lo slogan che caratterizza le iniziative promosse dallo SpreSAL (Servizio Prevenzione e Sicurezza degli ambienti di Lavoro) dell'ASL NO, in collaborazione con Enti e Associazioni che si occupano di sicurezza sul lavoro, per sensibilizzare e supportare le scuola, le aziende, i lavoratori, gli addetti aziendali sui temi relativi alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori.
Le iniziative svolte nel 2016, grazie alla fattiva e proficua collaborazione di tutti, sono state un importante momento di scambio e crescita comune in riferimento ai temi della campagna europea per la sicurezza EU-OSHA. Soprattutto si ritiene sia stato centrato lo scopo principale: creare una rete tra enti, istituzioni, associazioni di categoria, sindacati, scuole per rendere più efficace e fattiva la prevenzione nel mondo del lavoro novarese.
L'evento prevede alcuni seminari, aperti a professionisti del settore e alle scuole, e una mostra a tema, sugli argomenti della Campagna Europea per la sicurezza 2016/2017 organizzata dall'EU-OSHA: "Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età".
La campagna persegue quattro obiettivi principali:

  •  promuovere il lavoro sostenibile e l'invecchiamento in buona salute fin dall'inizio della vita lavorativa;
  •  prevenire i problemi di salute nel corso dell'intera vita lavorativa;
  •  offrire ai datori di lavoro e ai lavoratori modalità per gestire la sicurezza e la salute sul lavoro nel contesto di una forza lavoro che invecchia;
  •  incoraggiare lo scambio d'informazioni e buone prassi.

La settimana europea per la sicurezza sul lavoro si aprirà con la mostra organizzata dall'ASL NO in collaborazione con ANMIL - Sezione di Novara e INAIL di Novara dal 23 al 27 ottobre p.v. presso la sede legale dell'ASL NO in viale Roma, 7 a Novara [Palazzina A, ingresso A2, piano terra].
La mostra potrà essere visitata negli orari di apertura al pubblico; sono previste visite guidate il 25 ottobre c.a. per le scuole di ogni ordine e grado previa prenotazione c/o SPRESAL ASL NO
La settimana formativa, organizzata con la partecipazione attiva dell' INAIL Novara, prevede diversi appuntamenti dedicati alle figure che si occupano in prima persona della prevenzione nel mondo del lavoro e risulta così articolata:

  • 23 ottobre 2017 - il lunedì del Medico Competente: "Lavoratori sani e sicuri ad ogni età" -presso l'Aula Formazione dell'ASL NO in viale Roma, 7 a Novara [Palazzina A, ingresso A2]. Sono previsti crediti ECM per Medici del Lavoro, Infermieri e Assistenti Sanitari;
  • 24 ottobre 2017 - il martedì delle Aziende: "Lavoratori sani e sicuri ad ogni età" organizzato in collaborazione con Confartigianato Imprese Piemonte Orientale, Confartigianato Form Novara e VCO - presso la sede della Confartigianato Form Novara VCO Sala Panarotto in via Ploto, 2/B a Novara. E' previsto il rilascio di un attestato di frequenza valido come aggiornamento per i Datori di Lavoro, RSPP, ASPP, PER TUTTI GLI ATECO, RLS/RLST;
  • 25 ottobre 2017 - il mercoledì delle Scuole - organizzato con la collaborazione delle scuole di Novara e provincia: "Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età" - rivolto agli studenti del triennio della Scuola Secondaria di secondo grado, presso l'Aula Magna dell'ITIS G. Fauser in via Ricci, 14 a Novara;
  • 26 ottobre 2017 - il giovedì dell'Edilizia - in collaborazione con SENFORS di Novara: "Movimentazione manuale dei carichi in edilizia: problematiche e indicazioni procedurali per una corretta valutazione e gestione del rischio" - presso l'Aula Formazione SENFORS in viale Manzoni, 18 a Novara. E' previsto il rilascio di un attestato di frequenza valido come aggiornamento Datori di Lavoro-RSPP, RSPP, ASPP , RLS/RLST e Coordinatori
  • 27 ottobre 2017 - il venerdì dell'Agricoltura organizzato in collaborazione con Confagricoltura di Novara e VCO: Valutare per prevenire le patologie muscolo scheletriche da movimentazione manuale dei carichi in agricoltura" presso la sede I.I.S. G. Bonfantini in c.so Risorgimento, 405 a Novara.

Le locandine sono reperibili sul sito dell'ASL NO [home page www.asl.novara.it e nelle pagine dedicate allo SPRESAL]; per informazioni e per iscrizioni telefonare allo 0321 374494/489/715, oppure inviare un'email a: spresal@asl.novara.it
La prevenzione degli infortuni e delle malattie da lavoro deve necessariamente coinvolgere attivamente tutte le forze presenti sul territorio: Enti, Associazioni, Istituzioni, Scuole e Volontariato e ci deve impegnare,accanto all'attività di vigilanza che la Struttura che dirigo effettua negli ambienti di lavoro, anche in attività di informazione e di assistenza che concorrano a diffondere una cultura della sicurezza, come responsabilità sociale e personale - afferma Ivana Cucco Direttore SpreSAL ASL NO -; la prevenzione deve diventare uno stile di vita che deve coinvolgere i lavoratori di ogni età.

Nota stampa n. 63 del 13 ottobre 2017: Sospensione temporanea attività Centro Prelievi e Ambulatorio Infermieristico Sede sub distrettuale S. Agabio di Novara
Le attività del Centro Prelievi e dell'Ambulatorio Infermieristico della sede S. Agabio del Distretto Urbano di Novara saranno sospese dal 30 ottobre al 2 novembre 2017.
Lo sportello prenotazioni visite specialistiche e prelievi resterà chiuso dal 30 Ottobre al 31 ottobre 2017
Per effettuare :

  • i prelievi ematici, consegna dei campioni biologici sarà possibile rivolgersi, muniti di impegnativa, senza prenotazione, al Centro Prelievi in viale Roma 7 a Novara, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 9.30;
  • terapia iniettiva e medicazioni sarà possibile rivolgersi all'Ambulatorio Infermieristico ubicato nei locali del Centro Prelievi in viale Roma 7 a Novara, dal lunedì al venerdì dalle 11.00 alle 12.00;
  • la prenotazione dei prelievi domiciliari sarà possibile rivolgersi allo sportello delle Cure domiciliari, sito in viale Roma 7, il martedì e il giovedì dalle 10.00 alle 12.00;
  • la prenotazione di visite specialistiche sarà possibile rivolgersi telefonicamente, muniti di impegnativa, al numero verde 800 51 85 00 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00 oppure recandosi al CUP in Viale Roma 7 a Novara dal lunedì al venerdì dalle 8.10 alle 15.00.

Nota stampa n. 62 del 10 ottobre 2017: Sospensione temporanea attività Centro Prelievi e Ambulatorio Infermieristico Sede sub distrettuale Nord/Vela di Novara
Le attività del Centro Prelievi e dell'Ambulatorio Infermieristico della sede Nord/ Vela del Distretto Urbano di Novara saranno sospese dal 30 ottobre al 31 ottobre 2017.
Lo Sportello per le prenotazioni di visite specialistiche e dei prelievi sarà chiuso solo nella giornata del 31 ottobre c.a.
Per effettuare :

  • i prelievi ematici, consegna dei campioni biologici sarà possibile rivolgersi, muniti di impegnativa, senza prenotazione, al Centro Prelievi in viale Roma 7 a Novara, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 9.30;
  • terapia iniettiva e medicazioni sarà possibile rivolgersi all'Ambulatorio Infermieristico ubicato nei locali del Centro Prelievi in viale Roma 7 a Novara, dal lunedì al venerdì dalle 11.00 alle 12.00;
  • la prenotazione dei prelievi domiciliari sarà possibile rivolgersi allo sportello delle Cure domiciliari, sito in viale Roma 7, il martedì e il giovedì dalle 10.00 alle 12.00;
  • la prenotazione di visite specialistiche sarà possibile rivolgersi telefonicamente, muniti di impegnativa, al numero verde 800 51 85 00 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00 oppure recandosi al CUP in Viale Roma 7 a Novara dal lunedì al venerdì dalle 8.10 alle 15.00.

Comunicato stampa n. 61 del 6 ottobre 2017... Un vaccino, una vita...
Le malattie infettive continuano a rappresentare un problema di salute pubblica e individuale nel nostro Paese; in Italia, le malattie per le quali sono state condotte vaccinazioni di massa in età infantile sono pressoché eliminate (poliomielite, difterite) o ridotte a un'incidenza molto bassa (tetano, epatite B, haemophilus influenzae tipo b); per altre malattie, tipiche dell'età pediatrica, si è pervenuti a una veloce e costante diminuzione dell'incidenza grazie all'aumento delle coperture vaccinali (pertosse, morbillo, rosolia, parotite).
La vaccinazione comporta, quindi, benefici sia per effetto diretto sui soggetti vaccinati, ma anche in modo indiretto, fornendo protezione ai soggetti non vaccinati (la cosiddetta 'immunità di gregge' - herd immunity).
La storia delle vaccinazioni è costellata di enormi successi ottenuti, soprattutto nei bambini, le vaccinazioni sono infatti considerate misure di prevenzione per la popolazione pediatrica.
Negli ultimi anni si è riscontrato un progressivo calo delle coperture vaccinali, sia nazionali che regionali, che ha portato al diffondersi di malattie prevenibili con conseguenze anche nefaste.
Il Lions Club di Borgomanero-Cusio, presieduto dalla dott.ssa Daniela Vesco, Pediatra di Libera Scelta nel territorio di Arona, ha promosso un'iniziativa per divulgare l'importanza della vaccinazione; sono stati realizzati n. 1000 bavaglioli con la dicitura "Un vaccino, una vita" di colore rosa e azzurro e un pieghevole informativo realizzato in collaborazione con la FIMP [Federazione Italiana Medici Pediatri] da distribuire alle neo mamme che accedono all'Ostetricia Ginecologia e Pediatria dell'Ospedale di Borgomanero dell'ASL NO.
La vaccinazione è lo strumento di prevenzione per eccellenza per evitare il diffondersi di malattie infettive e delle complicanze ad esse associate - afferma Daniela Vesco - i Pediatri hanno un ruolo importante sia per far conoscere l'importanza della vaccinazione, sia per chiarire i dubbi ai genitori.
Il Club che presiedo, nell'ottica di mettere in atto iniziative a favore della popolazione e in particolare in questo caso della salute dei piccoli, ha inteso promuovere l'iniziativa "Un vaccino, una vita". Il Club vuole essere presente e vicino al territorio in tutti i suoi molteplici aspetti, sanitario, sociale, culturale, nella certezza di offrire una risposta ai bisogni della comunità.
Il progetto è di indubbio impatto comunicativo, tutto ciò che può contribuire a contrastare la disinformazione in questa materia e a sostenere il valore della prevenzione vaccinale
- afferma Aniello Esposito, Direttore del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell'ASL NO - va vista positivamente, perché rappresenta un valido aiuto nell'attività di chi ha come compito prioritario la promozione della salute che passa anche attraverso la vaccinazione.

Comunicato stampa n. 60 del 2 ottobre 2017: Lavorare in équipe in Cardiologia. V convegno cardiologico Ospedale Borgomanero
Venerdì 6 ottobre 2017
presso il Grand Hotel Dino di Baveno [c.so Giuseppe Garibaldi, 2] si terrà il V convegno cardiologico Ospedale Borgomanero - Lavorare in équipe in Cardiologia, rivolto a medici chirurghi e infermieri.
Negli ultimi anni l'età media delle persone ricoverate in Cardiologia è sempre più elevata; sono soggetti più "fragili", affetti da altre malattie croniche (ad esempio insufficienza respiratoria,insufficienza renale, anemia, malattie vascolari, diabete con le sue complicanze) e necessitano di maggiore attenzione e cure.
Tutto ciò si inserisce in una situazione di richiesta di prestazioni appropriate e sempre a più ad alto contenuto tecnologico, spesso associata a limitate risorse; é una sfida importante che la moderna Cardiologia può affrontare con successo solo grazie ad una organizzazione del lavoro in équipe.
Lavorare in équipe significa lavorare insieme per raggiungere obiettivi comuni incentivando competenze, motivazione, comunicazione e collaborazione, oltre ad avere consapevolezza del senso di appartenenza ad un gruppo di lavoro.
Lavorare in équipe rappresenta un vantaggio e un fattore di sicurezza, perché ciascuno dei professionisti sanitari è chiamato a svolgere il lavoro in relazione al quale possiede una specifica competenza.
Tutto ciò si traduce per il paziente a ricevere prestazioni ottimali nei diversi momenti della degenza e ad avere la possibilità di un percorso assistenziale completo
La giornata formativa si propone di sensibilizzare gli Operatori sanitari ad affrontare alcune tematiche assistenziali ed organizzative nelle quali il lavoro di équipe è di fondamentale importanza e di favorire, inoltre, il confronto diretto tra le esperienza sul campo di diverse Strutture Cardiologiche.
Per informazione sull'evento, accreditato ECM (8 crediti), rivolgersi alla Segreteria organizzativa - tel. 0332 231416 - fax 0332 317748; email: info@summeet.it

[ Torna all'inizio della pagina ]


[ Torna all'inizio della pagina ]