[ Salta il menu e vai direttamente al contenuto ]

 

Visite ambulatoriali:
L'attività professionale viene prestata nello studio del medico, che deve essere aperto 5 giorni settimanali, secondo un orario esposto all'ingresso, stabilito dal medico stesso, in relazione al numero degli assistiti e comunque tale da assicurare una efficace ed efficiente assistenza. Nella giornata di sabato, il Medico di Medicina Generale e il Pediatra di Libera Scelta è libero dagli obblighi assistenziali, in base agli accordi definiti in sede locale (per l'assistenza pediatrica è ativo il Punto di Assistenza Pediatrica Territoriale presso la S.C. Pediatria in viale Zoppis a Borgomanero e nella sede di viale Roma 7 a Novara [Centro Vaccinazioni Pediatriche, Palazzina C, ingresso C2]e il Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) anticipato alle ore 8.00.

Visite domiciliari:
L'assistenza è assicurata anche al domicilio dell'assistito, qualora questi sia impossibilitato a spostarsi da casa.
Le visite domiciliari vanno di norma richieste entro le ore 10 del mattino e devono essere effettuate nella medesima giornata. Se la chiamata avviene dopo le 10 del mattino, la visita deve essere effettuata entro le ore 12 del giorno successivo. Nella giornata di sabato il medico è tenuto ad eseguire le visite domiciliari richieste entro le ore 10 dello stesso giorno.
Le chiamate urgenti ricevute, devono essere comunque soddisfatte nel più breve tempo possibile.
Sono effettuate a pagamento da parte del paziente le visite ambulatoriali e domiciliari eventualmente richieste ed eseguite nei giorni e negli orari coperti dal Servizio di Continuità Assistenziale (Guardia Medica).

Certificazioni:
Il medico rilascia gratuitamente i seguenti certificati:

  • certificato di malattia;
  • certificato di riammissione alle scuole materne, dell'obbligo e secondarie superiori;
  • certificazione di stato di buona salute per lo svolgimento di attività sportive non agonistiche, nell'ambito scolastico, a seguito di richiesta dell'autorità scolastica competente. Non è previsto il rilascio in regime convenzionale del certificato di buona salute per le attività ginnico motorie con finalità ludico - ricreative, ginnico - formative, riabilitative o rieducative e per i giochi sportivi studenteschi della scuola elementare;

Sono invece rilasciati a pagamento i seguenti certificati :

  • certificato per l'ammissione in case di riposo o simili;
  • certificato per assicurazioni private;
  • certificato per attività sportive non agonistiche, tranne quelle gratuite di cui al paragrafo precedente;
  • certificato per l'idoneità alle cure termali INPS;
  • certificato di malattia rilasciato ai militari di leva (oltre alla visita medica che segue le tariffe indicate per le visite occasionali);
  • certificato anamnestico per il porto d'armi;
  • certificato d'invalidità civile;
  • certificato di aggravamento invalidità civile;
  • certificato di invalidità INPS;
  • certificato di esonero temporaneo dalle lezioni di educazione fisica;
  • certificato di inabilità temporanea per mancata comparizione disposta dall'autorità giudiziaria;
  • certificato di ammissione a colonie e centri estivi;
  • certificato per soggiorni marini e montani;
  • certificato per pellegrinaggi;
  • certificato per il ritorno al lavoro di dipendenti di aziende alimentari;
  • certificato di inabilità per delega a riscuotere la pensione o analoghi espletamenti;
  • certificato per dieta personalizzata per la mensa;
  • certificati diversi per uso privato


Visite occasionali:
Ai cittadini che si trovino occasionalmente (es. per ferie, viaggio ecc.) nel territorio di una ASL diversa da quella di residenza, o fuori dal Comune presso il quale hanno scelto il medico di base, è garantita l'assistenza medico generica, con la possibilità di rivolgersi a qualsiasi medico curante.
In tali casi l'onorario è a carico dell'assistito, secondo tariffe prefissate dall'Accordo Collettivo per la medicina generale (D.P.R. 270/00) e cioè 15.00 € per la visita ambulatoriale e 25.00 € per quella domiciliare. Eventuali rimborsi possono essere richiesti all'ASL di appartenenza, qualora previsti dalle locali norme regionali vigenti (diverse da Regione a Regione).

 

[ Torna all'inizio della pagina ]