[ Salta il menu e vai direttamente al contenuto ]

ISPETTORATO MICOLOGICO E ORGANIZZAZIONE SANITARIA
L' aspetto relativo al controllo dei funghi commercializzati e destinati al consumo umano è stato affrontato attraverso l'istituzione degli ISPETTORATI MICOLOGICI.

ART. 9 Legge 352/93 e ART. 1 D.P.R. 376/95
Questi articoli normativi stabiliscono "...al fine della tutela della salute pubblica, la Regione e Province Autonome entro un anno dall'entrata in vigore della Legge organizzano, nell'ambito delle aziende A.S.L., uno o più centri di controllo micologico pubblico (Ispettorati Micologici)... " "... l'attività di controllo dovrà essere affidata a micologi in possesso di attestato abilitante conseguito ai sensi del D.M. 686/97...".

LA FIGURA DEL MICOLOGO IN AMBITO PUBBLICO
Attraverso l'istituzione della figura del Micologo, il legislatore ha inteso definire le caratteristiche dei soggetti che, nell'ambito della pubblica amministrazione, devono assumersi la responsabilità di giudicare la commestibilità dei funghi destinati al consumo diretto o alla commercializzazione.
Tali figure nell'espletamento delle loro funzioni oltre al requisito specifico (attestato di Micologo ai sensi del D.M. 689/96) ricoprono la carica di Pubblico Ufficiale onde poter operare attività ispettiva e di certificazione.
Il Micologo afferente alla struttura pubblica nello spirito del decreto è un soggetto in possesso di attestato abilitante rilasciato dalla Regione o Provincia Autonoma ed ufficialmente iscritto nei registri regionali/registro nazionale che espleta la propria attività in esclusiva nell'ambito pubblico. I micologi devono acquisire le necessarie conoscenze attraverso un corso di durata non inferiore alle 240 ore e sottoporsi a costante aggiornamento.

ISPETTORATO MICOLOGICO PUBBLICO

Organizzazione
Gli ISPETTORATI MICOLOGICI delle Aziende Sanitarie Locali, come previsto dalle Linee Guida Ministeriali (D.M. 16/10/1998), sono stati inseriti funzionalmente nel Dipartimento di Prevenzione e più precisamente nel Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione tra le cui competenze rientra l'importante funzione di controllo ufficiale dei funghi nell'ambito pubblico e privato.


Funzioni
Agli Ispettorati Micologici competono le seguenti funzioni:
In riferimento alla raccolta dei funghi epigei spontanei:

  • Il riconoscimento delle specie fungine raccolte da privati cittadini raccoglitori e/o consumatori e determinazione dei funghi commestibili;
  • La consulenza in occasione di presunti casi di intossicazione ad ospedali e strutture di emergenza in genere
  • Interventi formativi ed educativi diretti alla popolazione, alle scuole attraverso corsi di formazione, pubblicazioni e mostre;

In riferimento alla "commercializzazione di funghi spontanei, coltivati, condizionati".

  • Controllo e relativa certificazione dei funghi spontanei freschi destinati alla vendita (mercati ortofrutticoli, esercizi di vendita e di ristorazione)
  • Interventi formativi ed educativi diretti agli operatori del settore ortofrutticolo e della ristorazione

[ Torna all'inizio della pagina ]