[ Salta il menu e vai direttamente al contenuto ]

Torna alla pagina precedente:

[ Torna all'inizio della pagina ]


La vaccinazione contro il papilloma virus:

IGIENE E SANITA' PUBBLICA (Struttura Complessa)

Direttore: dott. Aniello Esposito

La prevenzione del tumore del collo dell'utero passa attraverso la vaccinazione contro il papilloma virus (HPV).
Il virus si trasmette per via sessuale, anche con rapporti non completi.
Per difendersi dal virus è stata introdotta la vaccinazione.
La vaccinazione consiste in semplici iniezioni, a intervalli stabiliti che mettono al riparo le ragazzine dal virus ed è completamente gratuita per tutte le ragazze residenti nel territorio in età compresa tra gli undici e i quattordici anni di età.
L'età vaccinale è legata al fatto che la copertura è più efficace se viene eseguita prima dell'inizio dell'attività sessuale perché induce una protezione maggiore prima di un eventuale contagio con il virus HPV. La risposta immunitaria in questa fascia di età, infatti, è maggiore e quindi il beneficio è massimo.
E' stato stabilito che fino a quindici anni di età due dosi, a distanza però di sei mesi l'una dall'altra, sono sufficienti a garantire la protezione richiesta.
Il calendario vaccinale è stato, pertanto, modificato in maniera da garantire la massima efficacia con il numero di dosi necessarie, come di seguito illustrato.
Le ragazze che saranno chiamate per la prima volta nel corso dell'anno riceveranno due dosi, a distanza di sei mesi; le ragazze che hanno già ricevuto una dose potranno ricevere anch'esse soltanto una seconda dose dopo sei mesi.
Pur avendo a disposizione uno strumento potente per la prevenzione, rappresentato dalla vaccinazione, questo non deve far dimenticare che esistono altri esami che, comunque, devono essere richiamati all'attenzione delle donne.
In particolare, si ritiene opportuno ricordare che dopo i 25 anni di età le donne devono sottoporsi al pap-test e agli altri test di screening del programma Prevenzione Serena per la diagnosi precoce di patologie che possono essere in questo modo efficacemente contrastate.

Per chiarimenti e informazioni sull'argomento è possibile telefonare: Arona 0322 516534; Borgomanero 0322 848364; Galliate 0321 786610; Novara 0321 374452

 

[ Torna all'inizio della pagina ]


[ Torna all'inizio della pagina ]