[ Salta il menu e vai direttamente al contenuto ]

Azienda Sanitaria Locale - ASL Novara / I Servizi sul territorio / Cure Palliative e Terapia del dolore
Le Cure Palliative:

Cure Palliative (Struttura Semplice Dipartimentale)

Dirigente Medico Responsabile: F.F.: dott.ssa Sandra Grazioli
Equipe medica: dott.ssa Anna Maria Fornara, dott.ssa Cristina Minella, dott. Ruggero Varallo (area nord); dott.ssa Lucia Colombo, dott.ssa Maria Fontana, (area sud)
Psicologo: dott. Mauro Longoni
CPSE: (Capo Sala): Giuseppe Vaccino
CPS: Teresa Cerbone, Giacomo Ingoglia, Ornella Lamolea, Alessandro Pagani, Romana Tamagnini Maurizio Valenza, Marina Valloggia (area nord); Caterina De Giorgi, Antonella Ferrari, Sara Spinelli (area sud).

Assistente Sociale: dott.ssa Paola Sacco

Segreteria Arona: dott.ssa Patrizia MT Giberti: 0322 516447 (area nord)
Segreteria Novara: dr.ssa Maria De Palma 0321 374728 (area sud)

La Struttura si articola sulle sedi:

Sedi
Area Nord (Distretto Area Nord):
Presidio Sanitario Territoriale di Aronavia S. Carlo, 11 - piano secondo0322 5164640322 616466uocp.bor@asl.novara.it
     
Area sud (Distretto Urbano di Novara e Distretto Area Sud):
Distretto Urbano di Novaraviale Roma, 70321 374728 curepalliativeareasud@asl.novara.it
     
Poliambulatorio di Trecatevia Rugiada, 20  curepalliativeareasud@asl.novara.it

Il Servizio garantisce ai pazienti oncologici e non oncologici un'attività 5 giorni su 7 dalle 8.00 alle 16.15 e consulenze, su richiesta, ai Reparti del P.O. di Borgomanero. Vengono assicurate consulenze (pazienti oncologici) anche agli Ospedali di COMUNITA'/RSA che spesso assumono carattere di continuità assistenziale sino al decesso dei pazienti. Ai pazienti oncologici seguiti a domicilio vengono assicurati, oltre all'assistenza medica ed infermieristica necessaria, la consulenza psicologica, ed il supporto dei volontari, tutti i farmaci gratuitamente il cui rifornimento è garantito dai volontari.
Il Servizio di Cure Palliative e Terapia Antalgica si occupa di diagnosi e cure delle sindromi dolorose nel paziente oncologico e non oncologico.
Paziente oncologico:
Il dolore nel cancro è dovuto al tumore che comprime, stira, occlude, infiltra strutture sensibili ma, altre volte, è legato alla stessa terapia antineoplastica. Il dolore può essere presente nelle fasi precoci, ma quasi sicuramente lo è nelle fasi avanzate in una percentuale che è superiore al 70%. L'assistenza si articola, come previsto dalle leggi nazionali e regionali nell'assistenza in regime di ricovero ordinario, in day hospital e ambulatorio e a domicilio del paziente. Nell'oncologico in fase avanzata sintomi fisici e sofferenza psicologica sono intensi e spesso causa di ospedalizzazione protratta; l'équipe, costituita da personale medico ed infermieristico esperto in medicina palliativa, affiancata da uno psicologo e da un'assistente sociale, fornisce al domicilio dell'ammalato, l'assistenza specialistica necessaria contribuendo ad evitare ricoveri inutili, in una fase critica della malattia in cui l'indicazione all'ospedalizzazione non c'é più, migliorando così la qualità della vita dell'ammalato.
Per Cure Palliative (dal latino "pallio"= mantello) si intende un insieme di interventi multidisciplinari finalizzati al prendersi cura del malato, attenuare i sintomi della malattia senza intervenire direttamente sulla causa.
Le Cure Palliative sono rivolte al controllo del dolore, di tutti gli altri sintomi che può manifestare un paziente affetto da una malattia cronica progressiva che non risponde più ai trattamenti clinici.
Le cure possono essere realizzate a domicilio se il paziente lo desidera; la famiglia, supportata adeguatamente, può diventare parte integrante dell'assistenza. Possono inoltre essere realizzate in ospedale e in strutture di ricovero specializzate (hospice).
Le cure palliative non sono sinonimo di cure terminali rivolte per definizione al paziente-moribondo, infatti, non rinnegano la medicina scientifico-tecnologica, ma rivalutano all'interno di essa, un aspetto più umano dell'assistenza medica e infermieristica.
Paziente non oncologico:

In entrambe le aree è attivo un ambulatorio di terapia del dolore.
Ad Arona con attività ambulatoriale 5 gg. su 7 con orario dalle 8.00 alle 16.15.
A Novara con attività ambulatoriale così scandita: mar-mer-ven dalle 14.00 alle 15.00, giovedì dalle 9.30 alle 14.45. Un infermiere sempre dedicato. Diagnosi e trattamento del dolore benigno e del dolore oncologico Frequentano il Centro, pazienti con problemi di dolore acuto o cronico di tipo somatico, viscerale, nocicettivo o neuropatico, per intenderci: con dolori osteoarticolari, da lombosciatalgia, magari più volte operata per la correzione di erniazione del disco, dolori ischemici nei pazienti con problemi arteriosi da vasculopatie periferiche, sindrome di Reynaud da vasospasmo mediato dal simpatico, dolore acuto e cronico da lesioni erpetiche (fuoco di Sant'Antonio), dolori da spasticità dolorosa post ictali, arto fantasma ecc....Il Centro si avvale dei mezzi diagnostici oggi a disposizione: rx, tac, rmn, esami ematochimici, un'anamnesi accurata e di molta pazienza. Per quanto riguarda la terapia viene fatta una scelta accurata dei farmaci e le giuste associazioni. Nell'approccio cruento se indicato si eseguono infiltrazioni di sostanze anestetiche o antiinfiammatorie.

La Struttura Cure Palliative collabora nell'area Nord con l'Associazione di Volontariato La Scintilla, con sede legale in via Gozzano n. 68/a a Borgomanero. I familiari dei pazienti, i volontari o chiunque fosse interessato per parlare o per avere informazioni, può telefonare allo 0322 516447 o ancora rivolgersi alla Sede delle Cure Palliative/Terapia Antalgica di Arona in via S. Carlo, 11 al 2° piano; nell'area sud con l'Associazione IdeaInsieme

 

[ Torna all'inizio della pagina ]


[ Torna all'inizio della pagina ]